Il Prof. Barbara Cortese ha aggiornato i suoi avvisi


STORIA DELLA LEGISLAZIONE IN TEMA DI TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE

(B. CORTESE)

18 ottobre merc. ore 16.00 aula 4


LA TUTELA PUBBLICISTICA DEL PATRIMONIO CULTURALE: IL CODICE DEI BENI
CULTURALI E DEL PA
ESAGGIO

(A.M. SANDULLI)

23 ottobre mart. ore 16.00 aula 7


LA TUTELA DEI BENI CULTURALI DI INTERESSE RELIGIOSO E IL RUOLO DELLE
CONFESSIONI RELIGIOSE

(R. BENIGNI)

31 ottobre merc. ore 14.00 aula A2

7 novembre merc. ore 14.00 aula A2 ed. tommaseo


PROFILI PRIVATISTICI DELLA TUTELA DEL BENE CULTURALE DAI BENI IMMOBILI
SOGGETTI A VINCOLO, ALLA TUTELA DEL DIRITTO D’AUTORE, ALLE ATTIVITA’ DI
IMPRESA

(A. GEMMA-E. BATTELLI)

9 novembre ven. 17.45 (Andrea Gemma) aula 2

12 novembre lun. 17.45 (Ettore Battelli) aula 9


LA TUTELA PENALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE DEI BENI CULTURALI E DEL
PAESAGGIO

(A. MASSARO)

15 novembre giov. 14.00 aula 6

22 novembre giov. 14.00 aula 6


ATTIVITA’ INVESTIGATIVE E PROCEDIMENTO PENALE IN MATERIA DI BENI
CULTURALI E DEL PAESAGGIO NELL’ORDINAMENTO ITALIANO E NEL DIRITTO
INTERNAZIONALE

(L. LUPARIA)

Da individuare.

Restanti ore 10: attività sperimentali

Iscrizione obbligatoria

Prova di valutazione: breve elaborato scritto su un profilo giuridico a
scelta dello studente.

In probabile unione al corso di procedura penale

Regolamento assegnazione tesi Diritto Romano:

Si avvisa che al fine della richiesta di assegnazione tesi, non saranno concesse assegnazioni agli studenti non ancora in possesso di un adeguato numero di crediti e comunque non prima del superamento di almeno 25 esami obbligatori. Lo studente dovrà presentare il libretto elettronico all’atto della richiesta di assegnazione al fine di consentire al docente le opportune verifiche.

In caso di scadenza della prima assegnazione, l’eventuale riassegnazione sarà valutata a discrezione del docente.

Agli studenti che entro dieci mesi dall’assegnazione non avranno presentato indice, bibliografia e il primo capitolo dell’elaborato non sarà concessa la conferma tesi.

Per gli studenti che intendano richiedere la tesi in diritto romano, oltre alla conoscenza del latino, è richiesta padronanza delle fonti del diritto romano e capacità di utilizzo dei programmi informatici necessari alla redazione dell’elaborato.

Agli studenti verranno fornite indicazioni sui criteri redazionali nell’ambito di riunioni appositamente predisposte e fissate di concerto.